EDUCARSI AL CORAGGIO

Ebook disponibile su Amazon.it

 

Ecco il link  su Amazon.it: Cliccare qui

 

 

 

 

Ecco il link  su Amazon.it: Cliccare qui

 

PRESENTAZIONE

Il coraggio non è una virtù straordinaria delle grandi occasioni. È invece un atteggiamento positivo che deve essere coltivato ogni giorno nelle piccole azioni, per poi essere una strategia già pronta anche per affrontare i momenti drammatici. Ogni giorno abbiamo bisogno di coraggio per farci forza e superare gli ostacoli che incontriamo. In questo libro, animato da disegni, schemi e immagini, sono descritte le caratteristiche della persona coraggiosa e sono proposte numerose indicazioni per diventare coraggiosi.

Il coraggio serve per rialzarci quando siamo abbattuti, serve, quando siamo al buio, per continuare a sperare di rivedere la luce, serve, quando i nostri errori ci schiacciano, per volerci ancora bene e per migliorarci, sere, quando siamo soli, per cercare dove incanalare la nostra energia e amore.

Farsi coraggio significa parlare al proprio cuore per consolarlo e poi invogliarlo a rialzarsi e a riprendere il cammino.

Incoraggiare gli altri significa aiutarli a ritrovare la loro forza, ad esprimere le proprie potenzialità e affermare la propria dignità.

 

DEDICA


A me stesso e a tutti voi
Quando siamo a terra, ricordiamoci di alzare il volto e di guardare il cielo.
Parliamo al nostro cuore e consoliamolo.
Poi rialziamoci e riprendiamo il cammino.
Meglio, se abbiamo affianco una persona che ci vuole bene.

 

INTRODUZIONE

 

In un incontro di psicoterapia di gruppo, il terapeuta aveva chiesto di assumere la forma di una statua, quella che volevamo, e di mantenerla per un po' di tempo. Ho scelto subito quella dei Bronzi di Riace. Non ho avuto dubbi. Poi ci ha suggerito di entrare nella postura e nell'espressione della statua che avevamo scelto. All'inizio è stato difficile, ma c'era il tempo per sperimentare questa nuova e creativa indicazione.

 

È stata un'esperienza bellissima. Sono riuscito ad assumere la postura e l'espressione di questo guerriero (che ho voluto mettere nella copertina del libro). Mi sono sentito benissimo. Forte. Centrato. Vigoroso. Sicuro. Fiero. Bello. Deciso. Assertivo. Coraggioso. Sì, anche molto coraggioso. Ho subito pensato: "Questa è la postura che voglio avere sempre nella mia vita, quando devo affrontare situazioni difficili, ostacoli e rischi". Così ho fatto e mi sono trovato bene. Da quel momento ho abbandonato la tendenza ad avere gli occhi bassi. Ricordo ancora il rimprovero benevolo di mio nonno Luca, che mi diceva: "È inutile, Mario, che guardi per terra, tanto non trovi niente, nemmeno una piccola moneta. È meglio che guardi in avanti. Tieni le spalle dritte e guarda in alto e avrai quello che vuoi". Ancora oggi, quando devo affrontare qualche amarezza, difficoltà, dolore, dedico del tempo a entrare in quella postura ed espressione e mi dico: "Coraggio, Mario, ce la puoi fare. Stai attento. Sii prudente. Apri bene gli occhi. Sii intelligente e astuto. Abbi fiducia nei tuoi valori e difendi la tua dignità". È sufficiente questa focalizzazione per darmi nuova energia nello sguardo e nel cuore.


Desidero condividere con voi queste riflessioni perché il coraggio è una strategia necessaria di sopravvivenza.


Sono contento di aver pubblicato tre libri con il nome cuore nel loro titolo.


Essi sono: "Educare il cuore", "Educare con il cuore", "Le virtù del cuore". In quest'ultimo libro descrivo le varie virtù che esprimono la forza dei propri sentimenti e parlo dettagliatamente della virtù del coraggio. Ho disegnato io stesso la copertina con tutti questi cuori colorati che volano in alto.

Perché questa focalizzazione sul cuore?


Perché ho compreso che le nostre emozioni, la nostra vita emotiva, (di cui il cuore è un simbolo e icona) rappresentano la nostra salvezza, la nostra salute mentale, la nostra felicità interpersonale e il nostro benessere sociale.


Inoltre, la parola coraggio deriva proprio da cuore. Coraggio vuol dire "Avere cuore. Virtù in latino significa forza. Forza d'animo e coraggio infatti sono la stessa cosa. Incoraggiarsi vuol dire parlare al proprio cuore e dirgli: "Non abbatterti. Capisco il tuo dolore, ma passerà. Adesso riposati. Domani affronteremo meglio questa difficoltà". Scoraggiarsi significa rivolgersi parole pesanti come macigni, negative e amare: "Non ce la farai mai. È finita. È tutto inutile".


Il coraggio non serve solo a noi, ma anche ai nostri cari, ai nostri amici ma anche ai nostri concittadini.
Serve a tutti. Perché tutti noi e tutti i giorni abbiamo bisogno di questa piccola medicina che ci dà forza per affrontare le varie prove o difficoltà della vita.


Perciò è utile imparare a educarci al coraggio per poi incoraggiare meglio anche gli altri.


Il coraggio è la più importante tra tutte le virtù. Senza di esso, tutte le altre sono deboli e impotenti. "La nostra vita si contrae o si espande in proporzione al nostro coraggio". Perciò la nostra felicità dipende dal nostro coraggio e da nostro impegno a migliorarci e a espanderci.

 

 

INDICE



Presentazione della quarta di copertina
Dedica

INTRODUZIONE


DEFINIZIONE DI CORAGGIO


Parlarci per incoraggiarci.
Il coraggio quotidiano.
Il coraggio di non arrendersi.
Il coraggio di farsi forza.
Mancanza di coraggio e mancanza di autostima.
Il coraggio e la resilienza.
Il coraggio di "volersi bene".
La foto di me quando ero bambino.
Dammi una speranza e solleverò il mondo.
Quando manca la speranza, l'anima può morire.
Lo scoraggiamento e le malattie psicosomatiche. Henry Laborit. I topolini in gabbia.
Il coraggio dei sopravvissuti al campo di concentramento.
La relazione tra coraggio e paura. Il coraggio nonostante la paura.
Coraggio come risposta alla paura.
Coraggio ed elogio della fuga.
Il coraggio e il rischio calcolato. Ulisse e le sirene.
La distinzione tra la paura e l'ansia.
Un modo sbagliato di affrontare la paura.
Coraggio e accettazione dell'incertezza e del disagio.
Coraggio e paura di fallire. Come imparare dai nostri errori.
Audacia e coraggio.
Il coraggio dell'equilibrio. L'auriga di Platone.
Il coraggio dell'integrazione della propria personalità.
La "Cartella di incoraggiamento".
Il deposito bancario emotivo.
Il coraggio del Buon Samaritano.
Il coraggio di alzarsi e di cedere il posto a sedere.
Film. Un sogno per domani ("Pay it forward").
Cominciare a cambiare se stessi.
Il coraggio e il sentimento comunità.
Il coraggio del coinvolgimento e della partecipazione al benessere comune.
Il coraggio di Davide contro Golia
Coraggio maschile e coraggio femminile.
Il coraggio e i riti di iniziazione.
Compiti evolutivi e coraggio.
Le persone coraggiose che conosco.
Le frasi che mi incoraggiano.
Definizione di coraggio.
Il coraggio è la molla di tutto.


VARI TIPI DI CORAGGIO

 


Il coraggio di ricercare il benessere della nostra comunità.
Il coraggio della condivisione.
Il coraggio del senso di appartenenza e del sentimento di comunità.
Il coraggio di accettare se stessi e di accettarsi per quello che si è.
Il coraggio di fare le cose bene e di ricercare la perfezione senza essere perfezionisti.
Il coraggio di essere sereno. La preghiera della serenità.
Il coraggio di ridere.
Il coraggio dell'autoironia per sorridere di se stessi.
Il coraggio di far ridere: l'innovazione del Dottor Patch Adams in ospedale.
Il coraggio di costruire ogni giorno la propria identità.
Il coraggio di essere se stessi contro il conformismo.
Il coraggio di conoscersi e di mettersi in discussione.
Il coraggio di risorgere.
Il coraggio di attivare le nostre risorse.
Il coraggio di amare.
Il coraggio dei legami affettivi.
Il coraggio dell'utopia.
Il coraggio di conservare una bella forma fisica.
Il coraggio dell'autodisciplina.
Il coraggio di vivere affrontando il cancro.
Il coraggio di stare vicino a chi se ne sta andando.
Il coraggio di guarire.
Il coraggio nello sceneggiato televisivo "Braccialetti rossi".
Il coraggio di affrontare la vecchiaia.
Il coraggio di avere paura e di riconoscere la nostra vulnerabilità.
Il coraggio di affrontare la disabilità.
Il coraggio di cambiare.
Il coraggio di cambiare strada.
Il coraggio di cambiare il copione della propria vita.
Il coraggio dell'ottimista.
Il coraggio del pensare positivo e le sciocchezze della moda del "pensare positivo".
Il coraggio morale per scegliere tra bene e male.
Il coraggio di dire la verità.
Il coraggio di essere giusti e di battersi per la giustizia.
Il coraggio di dire di no.
Il coraggio di dire di no alle pretese degli altri.
Il coraggio di assumersi la propria responsabilità.
Il coraggio di perdonare.
Il coraggio di imparare sempre.
Il coraggio di essere leader e di guidare gli altri.
Il coraggio di educare.
Il coraggio di insegnare.
Il coraggio di autorealizzarsi seguendo i propri talenti.
Il coraggio di coinvolgersi con passione.
Il coraggio di vivere nell'incertezza.
Il coraggio di creare bellezza.
Il coraggio di perseverare.
Il coraggio del "non-attaccamento".
Il coraggio della frugalità e della sobrietà.
Impara a essere contento.
Il coraggio di parlare con il cuore in mano.
Il coraggio del rispetto.
Il coraggio di aiutare chi ha bisogno.
Il coraggio nell'aiutare nella giusta dose.
Il coraggio dell'autodisciplina e dell'autocontrollo.
Il coraggio di accettare le critiche.
Il coraggio di parlare chiaro.
Il coraggio della gratitudine.
Il coraggio di essere buoni.
Il coraggio di fare qualcosa per gli altri.
La lettera di Rudyard Kipling al figlio.


CONCLUSIONE
BIBLIOGRAFIA
AUTORE - CURRICULUM BREVE

 

clicca qui per tornare all'inizio pagina

clicca qui per tornare all'elenco libri