PUBBLICATI I RISULTATI DEL

QUESTIONARIO SUI COMPITI PER CASA

 

"I compiti per casa: sono efficaci? Sono inutili?
Le opinioni a confronto di studenti, docenti e genitori"

 

Sono stati pubblicati (ottobre 2013) nella rivista "Formazione e insegnamento" dell'Università Ca' Foscari di Venezia, a cura del Prof. Umberto Margiotta e della Prof.ssa Rita Minello, ii risultati di una mia ricerca sui compiti per casa svolta attraverso 14.300 questionari compilati da Studenti (7500 studenti), docenti (1300) e genitori (5500).

Per leggere i risultati e per scaricare l'intero saggio di 24 pagine in formato Pdf clicca qui

Abstract in italiano

Questo saggio è diviso in due parti. Nella prima parte si offre una descrizione del dibattito in corso in merito all'utilità di compiti a casa. Alcuni sostengono che essi non offrano alcun vantaggio e dovrebbero essere aboliti. Altri credono che siano necessari per migliorare il successo a scuola e nella vita. Nella seconda parte si presenta una sintesi di una mia ricerca basata su 13.700 questionari, raccolti a partire dal 2009, in diverse città italiane. Essa permette di valutare le opinioni di studenti, insegnanti e genitori e di metterle a confronto, incrociando le loro risposte. Sono state inserite anche undici tavole sinottiche per visualizzare meglio i risultati principali. Questa ricerca non è un referendum sui compiti per casa. Non serve per decidere se abolirli o mantenerli. Serve solo per sollecitare una riflessione sul senso dei compiti per casa e sulla loro validità e più in generale ci può aiutare a valutare la salute formativa della nostra scuola. Si elencano anche alcuni suggerimenti per migliorare la qualità dei compiti per casa e della scuola nel suo complesso.

Abstract in english

This essay is divided into two parts. In the first a description is provided of the ongoing debate about the usefulness of homework. Some maintain that it does not constitute an advantage; therefore it ought to be eliminated. Others think that it is necessary for the improvement of success rates in school—and in life as well. In its second part, this essay offers a synthesis of the author's research, which is based on 13,700 questionnaires collected since 2009 in various Italian cities. Such survey allows for an evaluation of students',
teachers' and parents' opinions, so that they could be analysed and compared. The outcome is not a referendum on homework; in fact, it does not determine whether this practice should be preserved as it is or rather abolished. Instead, it is a useful means to solicit a reflexion on the meaning of homework, on its validity, and on the educational health of our school system. In conclusion, suggestions are proposed on how it is possible to ameliorate homework in particular and the school system in general.

 

***

 

Ho raccolto (dal 2009 ad oggi) circa 14.000 questionari (7500 studenti, 5500 genitori, 1000 docenti). Ringrazio tutti quelli che hanno partecipato a questa ricerca.

Per leggere le interviste su questo tema clicca qui

Mi piacerebbe ricevere anche il vostro contributo (di voi che mi state leggendo) e di quelle di altre persone che potete contattare voi direttamente e che mi possono dare una mano alla ricerca.

Se siete Docenti scaricate il file cliccando qui.

Se siete Genitori scaricate il file cliccando qui.

Se siete Studenti (dalla quarta elementare alla quinta classe selle scuole secondarie superiori) scaricate il file cliccando qui.

Si apriranno dei files in formato Excel.

Compilateli seguento le istruzioni e inviatemeli: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Grazie per la collaborazione