Perche' insegnare a studiare?

PERCHÉ INSEGNARE A STUDIARE? 

 I VANTAGGI FORMATIVI DEL METODO DI STUDIO EFFICACE

 

Il seminario sarà focalizzato sui vantaggi formativi che derivano dall'insegnamento e dall'applicazione quotidiana di un metodo di studio efficace. Quali sono vantaggi che lo studente ricava, in efficienza, efficacia, consapevolezza delle proprie strategie cognitive e metacognitive?  Quali sono i vantaggi che l'insegnante ricava dall'aver insegnato ai propri studenti ad afferrare meglio, con le strategie di metodo, i contenuti che insegna?

Il seminario si colloca all'interno di un quadro pedagogico centrato sul prendersi cura dell'apprendimento dello studente e sulle strategie per aiutarlo a diventare esperto e protagonista del proprio percorso formativo.

Alcuni temi di approfondimento:

  • Imparare a studiare per imparare a pensare. Superamento del metodo di studio come "lista di buoni consigli". Il metodo di studio va considerato invece come abilità metacognitiva procedurale e trasversale. Sono utili a questo proposito i suggerimenti di Edgar Morin sulla "testa ben fatta" e sulla necessità di "ricollegare" continuamente le informazioni in mappe complesse. Come realizzarle? La proposta del "Portfolio metacognitivo delle competenze di base".
  •  
  • Secondo la didattica costruttivistica, apprendere significa costruire mappe cognitive ed abilità procedurali. Accentuare la dimensione della rielaborazione delle informazioni. Il metodo di studio non si deve fermare sulla soglia della ricezione delle informazioni, ma deve procedere oltre, verso la rielaborazione, l'assimilazione, l'automatizzazione delle sequenze di autoistruzioni, fino a diventare "abitudine metodologica mentale". E' necessario perciò accompagnare le "unità didattiche" con specifiche "unità di apprendimento", meglio, con esercitazioni pratiche significative, centrate su ciò che gli studenti devono fare (una indicazione specifica di "gesti mentali") per apprendere con sicurezza ed efficacia ciò che devono studiare. Gli insegnanti possono domandarsi con profitto: Quali indicazioni metodologiche offrono le varie discipline che insegniamo? Come far convergere tutte queste indicazioni attraverso la pratica dell'insegnamento del curriculum sia orizzontale, sia in quello verticale? Come collaborare per insegnare tutti insieme il metodo di studio. Il che modo il metodo di studio facilita la personalizzazione dell'apprendimento?
  •  
  • Come connettere le strategie del metodo di studio alle ricerche delle neuroscienze sulle strategie di pianificazione, esecuzione, controllo, autocontrollo, autoistruzioni efficaci. Come sviluppare queste potenzialità della mente (corteccia prefrontale)?
  •  
  • Alcune strategie per attivare la consapevolezza metacognitiva ma anche quella motivazionale. Sottolineare la priorità della motivazione nell'apprendimento e nell'applicazione del metodo di studio. Qual è Il "dialogo interno" dei nostri studenti sui seguenti temi: apprendimento, studio, interesse, motivazione, utilità e costruzione di senso? Differente valutazione degli studenti di fronte a "Mi piace studiare" e a "Mi piace apprendere cose nuove". Come spiegarla?
  •  
  • Come aiutarli a costruire autoistruzioni efficaci sia cognitive e che motivazionali. Come insegnare loro a guidare l'attenzione e la concentrazione? L'animazione e il film mentale. L'effetto figura sfondo. Le strategie di autoregolazione (nello sport e a scuola). Come sostenerli nello scoraggiamento cognitivo e/o motivazionale? Cosa si dicono di fronte alle difficoltà? Come attivare un dialogo interiore incoraggiante?
  •  
  • Gli stili di apprendimento e la triplice codifica: visiva, verbale, motoria. I suggerimenti di A.De la Garanderie e di Mel Levine. I tre sistemi di rappresentazine secondo J.Bruner: attiva, iconoca e simbolica. Le tre intelligenze di R.Sternberg: analitica, pratica, creativa.

Il controllo del processo di apprendimento e dei risultati di apprendimento. Le caratteristiche del concetto di padronanza e di competenza? Ingredienti dell’apprendimento efficace attraverso la ricerca "Quando ho imparato in modo efficace?".

Imparare ad autovalutarsi. Lo scanner mentale e motivazionale. Come sciogliere la resistenza verso la difficoltà dell'autovalutazione. "Il mio apprendimento migliora quando... Il mio apprendimento peggiora quando...". Oppure "Leggi questo brano… quali strategie hai usato?". "Leggi questo brano… quali emozioni (positive o negative) hai percepito? Quali spiegazioni ti sai dare?". 

clicca qui per tornare all'inizio della pagina

clicca qui per tornare all'elenco dei corsi